> il mondo perfetto

19 giu 2018

Fine

il mio sito ufficiale chiude a tempo indeterminato in quanto voglio dedicare molto più tempo al mio,lungo, romanzo n.2.

11 giu 2018

L'amore ritrovato

Presagio di cose antiche eppure sempre nuove, luminescenti. Se poi c'è di mezzo il romanzo di uno dei grandi del romanzo sentimentale italiano- quando non era inflazionato- ovvero Carlo Cassola, il gioco è fatto.

1 giu 2018

Le occasioni di Rosa (Marina Suma legend)

Il riverbero magniloquente degli occhi color del mare triste di Marina Suma nell'inquadratura finale. Le occasioni di Rosa sancisce la prova autoriale di una bellezza fuori dal comune. Le pin up di oggi sembrano tutte uguali, quelle di trenta o più anni fa avevano una loro unicità.

30 mag 2018

Loro 2

Dopo una prima parte in cui Sorrentino ci ha fatto vedere un "loro intorno a Lui", ecco che dalla cricca - soprattutto quelli che vorrebbero farne parte- si passa al vero mito della storia: il piazzista (da antologia la sua vendita telefonica), il tombeur de femmes, il presunto corruttore di senatori, il magnate che piazza le amiche degli amici nelle fiction; e poi l'uomo e i suoi collaboratori (Mike Bongiorno, Doris- interpretato ancora magistralmente dallo stesso Servillo) fino all'apoteosi della festa, il bunga bunga che lascia delusi alcuni e stupefatti altri, fino al finale tragico-patetico in Abruzzo.

29 mag 2018

La donna è donna

Dopo Le petit soldat, il classico più classico della sua carriera (allora appena iniziata) di oltre sessanta lungometraggi, Godard firma con la sua terza pellicola un'opera a colori (prima volta nella sua, allora breve, filmografia) con Une femme est une femme (titolo originale che sfrutta il gioco di parole tra femme e infam).

28 mag 2018

Le petit soldat

Le petit soldat è in assoluto il film più fruibile e narrativo di Godard. Dopo, da Questa è la mia vita del 1962, inizierà una sperimentazione registica che raggiungerà il suo apice alla fine degli anni sessanta con i film più squisitamente politici (marxisti).

27 mag 2018

Fino all'ultimo respiro

Questo film complica, per la prima volta nella Storia del Cinema, il linguaggio di questa Arte. E lo fa servendosi di una storia d'amore, appena condita dal gangster's movie (con Belmondo che per tutto il film si atteggia a Bogart, sfiorandosi il labbro; venerando le sue locandine; dando sfogo al suo tabaggismo; ammirando locandine del suddetto).

21 mag 2018

La struttura definitiva del mio sito ufficiale

Il sito nasce il 12 novembre 2010. Ma altrettanto importante è la data del 19 maggio 2018, 2 giorni fa: queste pagine da quel giorno assumono la loro versione definitiva; come se il sito cominciasse una sua seconda parte. Per la chiarezza del lettore (e mia) ho provveduto a sfoltire qualche capitolo di troppo. In contemporanea con la decisione di dedicare queste mie pagine solo a Poesia e Cinema.

20 mag 2018

L'educazione sentimentale (alla critica cinemtaografica)

La critica cinematografica degli ultimi anni, col proliferare del web, sembra proprio malata di attualismo: pare che esistano solo i film in sala- c'è poca attenzione per le opere degli anni addietro, o addirittura dei decenni passati.

19 mag 2018

Ida

In Ida di Pawel Pawlikowski ogni inquadratura è una sentenza. Ogni inquadratura è una sentenza. Un bianco e nero munifico e opaco da risalto a questa vicenda che mischia on the road di anime (mai come in questo caso) differenti e retrogusto storico. Peccato averlo visionato solo stanotte.