> il mondo perfetto: Per sentirsi giovani

27 mar 2018

Per sentirsi giovani

Per sentirsi giovane spesso ascoltava il rap. Jimmy detestava le mode ma quei suoni infarciti di parole lo ammaliavano. Per pudore non andava ai concerti. L.A gli sembrava sempre più la sua giungla di ferro e cercava distrazioni. A Tulsa, a Tulsa, come in un romanzo di Faulkner o chissàchi; ma non si decideva a partire.
Il suo guaio- che però considerava un pregio- era congetturare e vagliare, prima di agire. Sapeva che i figli del clown erano là. Sapeva che doveva raccontargli, presto se non proprio per le spicce, che il loro padre era morto ammazzato da un poliziotto. L'Oklahoma: non poteva dirgli che non gli piaceva, semplicemente perchè non c'era mai stato. Quella sua sospensione dell'agire era diventata l'ascolto di hip hop e la consumazione sperticata di gelato al pistacchio. Si stava, lentamente, disabituando alla dipendenza da sushi.
Una sola domanda, peregrina come una zanzara tigre, gli schizzava su fino al cervello; sempre più spesso: ma lui lo era mai stato giovane ? Avrebbe dovuto chiedere a qualcuna delle sue donne e riderne fino allo sfinimento. Invece degustava la salsetta verde dei sushi bar ingollando ettolitri di acqua e coca. E poi a casa divorava le copiose scorte di gelato al pistacchio. Sapeva Iddio perchè non ingrassava come un pachiderma. Immaginava Tulsa- così come l'aveva vista ai telegiornali. La sola idea di proseguire la sua storia lì lo stomacava. Ma un senso di colpa è un senso di colpa ed un dovere è un dovere. Avrebbe portato un pò di California in Oklahoma. Quella è terra di indiani, e non ci sono molti cattolici. Solo questo, non altro, gliela rendeva simpatica. Che brutto non sentirsi i propri anni addosso !- disse sistemandosi il vassoio assiepato di riso quasi crudo sulle ginocchia. Rimeggiò un pò, sull'onda di qualche rapper morto accoltellato, e poi sprofondò in un sonno pomeridiano fin troppo breve. Al risveglio il senso di colpa lo aveva abbandonato così profondamente da non riuscire nemmeno a stupirsene.