> il mondo perfetto: Tra tutte queste mie parole

30 gen 2018

Tra tutte queste mie parole


La sezione è in allestimento…
Si, sto cominciando a dar vita a questa sezione: lavoro lungo, dovendo operare su oltre 1500 componimenti, scritti nell’arco di un decennio. La mia intenzione è inserirne (ad oggi) non più di un centinaio.
Preferisco raggrupparle tutte ed inserirle nel volgere di pochi giorni, piuttosto che gradualmente. Infatti- visto che non scrivo più tante poesie come un tempo- così facendo la sezione avrà un suo nucleo, con qualche rara- sono umile- aggiunta futura.
Tutti perdiamo continuamente tante cose importanti. Occasioni preziose, possibilità, emozioni irripetibili. Vivere significa anche questo. Ma ognuno di noi nella propria testa – sì, io immagino che sia nella testa – ha una piccola stanza dove può conservare tutte queste cose in forma di ricordi. Un po’ come le sale della biblioteca, con tanti scaffali. E per poterci orientare con sicurezza nel nostro spirito, dobbiamo tenere in ordine l’archivio di quella stanza: continuare a redigere schede, fare pulizie, rinfrescare l’aria, cambiare l’acqua ai fiori. In altre parole, tu vivrai per sempre nella tua biblioteca personale.“
Ecco, io però- un pò alternativo, più che in disaccordo, a questa frase di Haruki Murakami- preferisco fidarmi della parola scritta, anche perchè una volta immessa nel mondo culturale-anzi, meglio:artistico- è eterna, quale e quanti che siano i suoi estimatori futuri, fosse anche- ricordando quanto diceva Croce- dimenticata da tutti. Ci vorranno mesi, se non anni.