> il mondo perfetto: Il mondo intero

1 ott 2017

Il mondo intero

Il mondo intero è il nuovo capitolo- composto da un unico post statico- del mio sito, che conterrà  un (mio) commentario, in ordine cronologico, del Nuovo Testamento più, successivamente, una cernita di brani tra le lettere di San Paolo.
Il titolo si riferisce alle ultime parole del "quarto Vangelo":

Ci sono anche molte altre cose che Gesù fece: se si scrivessero a una a una, penso che non basterebbe il mondo intero a contenere i libri che si dovrebbero scrivere.
(Giovanni 21,25)

Così la prima citazione dai Vangeli diventa l'ultima frase dell' "ultimo" Vangelo canonico (e che sembrerebbe, almeno in parte, dare credito alla sensatezza degli apocrifi).
n.b: Tutto ciò da semplice cristiano: non ho alcuna competenza teologica.
Mi sono servito, per la lettura- non per l'esegesi che è stata libera- del "Vangelo e Atti degli Apostoli" delle Edizioni San Paolo (ventesima edizione, 2001).
                                                                 ****
                                       Matteo 1: la genealogia è la nascita di Gesù

Il primo capitolo di Matteo si divide in due tronconi: il primo spiega le origini di Gesù- i suoi avi e il secondo la sua nascita.
Nel primo si lega così il cristianesimo alla tradizione ebraica.Il totale delle generazioni da Abramo a Gesù è di quarantadue.
La nascita di Gesù parte dal concepimento per opera dello Spirito Santo e Giuseppe che decide (a Maria" di "rimandarla in segreto"  (Matteo 1,19). Quindi apparve a Giuseppe in sogno un angelo che gli disse di non aver timore di prendere con sè Maria, sua sposa:
Ecco: la Vergine concepirà e darà alla luce un figlio che sarà chiamato Emmanuele, (Matteo 1,23).

scritto il 6-10-17

                                        Matteo 2: dai Magi al ritorno dall'Egitto

I Re Magi vista in Oriente la stella che annunciava la nascita del Salvatore si recano a Gerusalemme, domandando dov'è il neonato Re dei Giudei (dei giudei,n.b, passo importante Matteo 2,3).
Erode, in quel tempo Re di Giudea, impaurito per la perdita del suo potere si fa dire dai sacerdoti dove dovrà  nascere il bimbo: Betlemme, gli comunicano e lui, a sua volta, da la notizia ai Magi:
qualora lo troviate fatemelo sapere, in modo che anch'io possa andare ad adorarlo" (Matteo 2,8). Seguita la stella i tre Re Magi arrivano alla casa del nascituro e, consegnatogli dei doni, fanno ritorno  a casa, senza tornare da Erode- infatti:
quindi avvertiti in sogno di non passare da Erode, per un'altra via fecero ritorno al proprio paese. (Matteo 2,12).
Dopo la partenza dei Magi un  angelo apparve  in sogno a Giuseppe e gli disse di prendere con sè il bambino e sua madre e fuggire in Egitto fino alla morte di Erode che- nel frattempo- fa uccidere tutti i bambini di Betlemme e dintorni..
Ed è sempre un angelo che  avverte dopo la morte di Erode a Giuseppe che può tornare nella Terra d'Israele. Giuseppe si stabilisce non in Giudea (dove regnava il successore di Erode) ma in Galilea, nella città di Nazaret.
Ciò affinchè si adempisse il detto dei profeti: sarà chiamato Nazareo.  (Matteo 2,23)

7-10-17

                                               Matteo 3: Giovanni Battista e Gesù

Giovanni Battista predica nel deserto la venuta del Regno dei Cieli e del Messia, indossava una veste di peli di cammello stretta ai fianchi con una cintura di pelle, il suo cibo erano locuste e miele selvatico. (Matteo 3,4). Gesù si reca dal Battista per essere battezzato ma questi si schermisce ma Gesù insiste per essere battezzato da lui. Dopo essere subito riemerso dalle acque si aprono i cieli e lo spirito di Dio, in forma di colomba, gli si accosta. Ed una voce dai cieli dice:
Questi è il mio figlio diletto nel quale ho posto la mia conoscenza (Matteo 3,17)

7-10-17