> il mondo perfetto: Ronzio generazionale

14 set 2017

Ronzio generazionale

Brutta generazione
che non capisce
e se la vede brutta
è cinica e dolente
ma non sta in piedi lo stesso
intaccate le riserve di litio
e spezzato in due il vinile di Paper Cuts
qualcuno ha dormito sognando il risveglio
qualcuno si è svegliato pensando a regine
insudiciate dallo squirting.
Ma non ci sono più regine
tranne nelle serie tv e in qualche accampamento
e solo il vento poco celebre
sa ascoltare gratuitamente
sopra certe colline screditate dalla neve.
Brutta generazione
in cui ognuno si crede
più furbo dell'altro
e quell'altro sei tu
infezioni da tatuaggio sul collo
un pò di adrenalina sul binario
e quell'altro sei tu
che scosti via il masso
e sotto c'è un serpente
troppo stanco e debilitato
per non ucciderti all'istante.

Matteo 23, forse la più pesante invettiva contro scribi e farisei, ossia i soliti ipocriti etc etc. Sono costretto a ricordare come la traslitterazione di questi frammenti, liberamente, in poesia non ha limiti di spazio ma soprattutto non ne ha di tempo.